A Toni Mira il Premio nazionale Paolo Borsellino

Il giornalista di Avvenire, e nostro storico collaboratore, ha ricevuto il riconoscimento dal procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho per il suo impegno per la promozione dei valori della libertà, della democrazia e della legalità. Di recente l’uscita del libro “Dalle mafie ai cittadini”, scritto insieme alla giornalista palermitana Alessandra Turrisi

foto della premiazione del Premio Borsellino 2019
Premiazione edizione 2019 Premio Paolo Borsellino

Il giornalista Toni Mira ha ricevuto il Premio nazionale Paolo Borsellino, il riconoscimento, nato nel 1992 su volontà del giudice Antonino Caponnetto e organizzato con Rita Borsellino, che testimonia “ammirazione e gratitudine a tutte quelle personalità italiane che hanno offerto un’azione d’impegno, di coerenza e di coraggio particolarmente significativa contro l’ingiustizia, ed in modo particolare a quanti hanno dato il loro impegno per la difesa e per la promozione dei valori della libertà, della democrazia e della legalità”.

“È un grande onore e uno stimolo a impegnarmi ancora di più nel mio splendido lavoro. Ancora più bello riceverlo dal procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho, grande magistrato e grande amico. Premiati con me il presidente del Tribunale misure prevenzione Guglielmo Muntoni e il presidente dell’ex Ipab, Asilo Savoia, Massimiano Muntoni. Una bella squadra – ha scritto Toni Mira sul proprio profilo Facebook – che tra l’altro racconto nel libro mio e di Alessandra Turrisi “Dalle mafie ai cittadini”.

cover del libro "dalle mafie ai cittadini"Da poche settimane è infatti in libreria il volume “Dalle mafie ai cittadini”, scritto da Alessandra Turrisi e Toni Mira, che racconta alcune storie di riscatto sociale, culturale e civile. Dal 1996 a oggi, ben 14mila beni – tra case, terreni e attività – sono stati confiscati e restituiti alla comunità in tutta Italia. Con un’inchiesta moderna, che ai dati preferisce le storie fatte di persone e luoghi, “Dalle mafie ai cittadini” raccontare uno spaccato di storia d’Italia fatta di riscatto, giustizia e imprenditoria pulita.