A Parigi la Conferenza internazionale sull’acqua

Solo l’1% di questa preziosa risorsa è dolce. Utilizzarla in modo equo è fondamentale per la salute dell’uomo, per il mantenimento dell’ecosistema e per garantire la parità di genere

Risparmio acqua

Si è aperta oggi a Parigi la Conferenza internazionale sull’acqua organizzata dall’Unesco. Obiettivo dell’iniziativa è riunire tutti i Paesi del mondo intorno a un tavolo per discutere un approccio comune per la gestione delle risorse idriche.

Considerato che quasi tutte le attività umane dipendono dall’acqua, essa è alla base dello sviluppo durevole, della riduzione della povertà ma anche della pace. Solo meno dell’1% dell’acqua presente sul pianeta è dolce, motivo per cui è poca quella utilizzabile dalle popolazioni per la produzione alimentare, l’energia, l’industria o il tempo libero. Una sua giusta gestione è pertanto indispensabile per la salute dell’uomo, per il mantenimento dell’ecosistema, ma anche per garantire la parità di genere.

Con la conferenza di Parigi, che si chiuderà domani, l’Unesco vuole dunque favorire lo scambio di soluzioni innovative e contribuire, attraverso approcci olistici e sostenibili, alla risoluzione dei problemi che incidono sulla governance e sulla gestione idrica. Obiettivo della manifestazione è inoltre quello di lanciare un appello per favorire una gestione intersettoriale dell’acqua, condividere le buone pratiche, la trasparenza e la condivisione delle informazioni.