A Madrid la Cop25 sui cambiamenti climatici

Dal 2 al 13 dicembre la Conferenza dell’Onu spostata dal Cile in Spagna. Guterres: “Servono impegni più ambiziosi”. Al vertice non parteciperà Donald Trump / Sito Unfcc

Dal 2 al 13 dicembre si svolgerà a Madrid la Conferenza sul cambiamento climatico dell’Onu che avrebbe dovuto svolgersi a Santiago del Cile ma è stata trasferita in Spagna per le proteste degli ultimi mesi contro il governo cileno, che comunque presiederà i lavori della Cop25.

La conferenza deve delineare i prossimi passi delle Nazioni Unite nel processo di lotta al cambiamento climatico. In particolare deve dare seguito alle strategie di attuazione dell’Accordo di Parigi negoziate alla Cop24 in Polonia dell’anno scorso.
Il vertice dovrà completare i meccanismi irrisolti dell’Accordo di Parigi e sostenere una maggiore ambizione dei paesi firmatari per il 2020.

«Nei prossimi 12 mesi sarà essenziale garantire impegni nazionali più ambiziosi – ha infatti detto alla vigilia del vertice il segretario generale dell’Onu António Guterres – in particolare da parte dei principali produttori, per iniziare immediatamente a ridurre le emissioni di gas serra a un ritmo coerente con l’azzeramento delle emissioni nette entro il 2050».

Alla Conferenza parteciperanno i leader di tutto il mondo ma non ci sarà Donald Trump che un mese fa ha avviato la procedura per far uscire gli Stati Uniti dall’accordo sul clima di Parigi.