‘Spacciare’ per ecologico un carburante bio-diesel che, purtroppo, non ha alcuna incidenza positiva sulle emissioni. È questa l’accusa ad Eni da parte di Legambiente che, insieme al Movimento difesa del cittadino e alla delegazione italiana di Transport & Environment, ha depositato all’Autorità garante della concorrenza e del mercato un esposto per “pratica commerciale ingannevole” in relazione alla campagna pubblicitaria del biodiesel Eni Diesel+, che garantirebbe secondo l’azienda “-4% di consumi e -40% di emissioni gassose”.

Ritorna all'articolo.