martedì 21 Settembre 2021

Acquista

Login

Registrati

Le 100 notizie verdi del 2018: maggio

Un bambino in una foresta in West Papua

MAGGIO

3

Secondo un’indagine di Greenpeace a Papua West, occupata e colonizzata dall’Indonesia, fra il maggio 2015 e l’aprile 2017 sono stati rasi al suolo 4.000 ettari di foresta pluviale per produrre olio di palma. L’organizzazione ambientalista accusa “un’azienda produttrice di olio di palma dalla quale si riforniscono marchi come Mars, Nestlé, PepsiCo e Unilever”.

3

Nell’Ue la vendita di cosmetici testati sugli animali è vietata dal 2013 ma l’Europarlamento fa un ulteriore passo avanti e con una risoluzione non legislativa, approvata con 620 voti a favore, 14 voti contrari e 18 astensioni, esorta l’Unione ad “avviare un’iniziativa diplomatica per un divieto a livello mondiale sulla sperimentazione dei cosmetici sugli animali prima del 2023”.

7

Il Parlamento delle Hawaii approva una legge per vietare dal 2021 la vendita di creme solari che contengono sostanze chimiche come l’ossibenzone e l’octinoxate, coinvolte nello sbiancamento delle barriere coralline e che vengono utilizzate nella composizione di più di 3.500 prodotti di bellezza. Il 25 ottobre anche Palau, piccolo Stato insulare del Pacifico, prenderà la stessa decisione.

10

L’Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale (Ispra) presenta il Rapporto nazionale pesticidi nelle acque, che fornisce i risultati del monitoraggio delle acque superficiali e sotterranee svolto fra il 2015 e il 2016. Sono 259 i pesticidi trovati nelle acque italiane. Gli erbicidi rimangono le sostanze riscontrate con più frequenza, ma aumenta anche la presenza di fungicidi e insetticidi.

17

La Commissione europea deferisce l’Italia alla Corte di giustizia europea per aver violato le norme anti smog (i limiti per il Pm10) e non aver ottemperato alle indicazioni di abbattimento degli ulivi colpiti da xylella. Con la stessa motivazione l’esecutivo Ue deferisce Ungheria e Romania e denuncia alla Corte anche Francia, Germania e Regno Unito per il superamento dei limiti di biossido di azoto.

22

L’Agenzia svedese per le situazioni di emergenza civili invia alle 4,8 milioni di famiglie del Paese un piccolo manuale di sopravvivenza in caso di guerra. L’opuscolo prepara la popolazione anche a pericoli come attacchi informatici, terrorismo e cambiamenti climatici, e comprende inoltre una pagina sull’identificazione delle fake news. La pubblicazione arriva nel pieno del dibattito sulla possibilità della neutrale Svezia di aderire alla Nato, infiammatosi dopo le incursioni nello spazio aereo e nelle acque territoriali svedesi di aerei e sottomarini russi.

24

Le famiglie che vedono le proprie vite messe a rischio dagli impatti dei cambiamenti climatici danno inizio a un’azione giudiziaria contro il Parlamento e il Consiglio europei per portarli di fronte alla Corte di giustizia e denunciare l’inadeguatezza dei target di riduzione delle emissioni al 2030. C’è anche una famiglia italiana, la cui azione legale è sostenuta da Legambiente in quanto membro di Climate action network Europe.

28

Bruxelles propone una direttiva “per i 10 prodotti di plastica monouso che più inquinano le spiagge e i mari d’Europa e per gli attrezzi da pesca perduti e abbandonati”. Saranno messi al bando quelli per i quali sono facilmente disponibili soluzioni alternative, mentre si limiterà l’uso dei prodotti di cui non esistono valide alternative. I produttori dovranno inoltre rispettare requisiti di progettazione ed etichettatura e sottostare a obblighi di gestione e bonifica dei rifiuti.

Articoli correlati

Giustizia climatica e solidarietà, torna “Puliamo il mondo”

Dal mensile di settembre. Appuntamento dal 24 al 26 settembre con la grande manifestazione di volontariato ambientale. Un’edizione speciale alla vigilia della Pre-Cop

Clima, Draghi: “Italia determinata ad affrontare l’emergenza”

L'intervento al Climate moment a New York: "Dobbiamo agire subito o non rimarremo sotto l'incremento di 1,5 °C"

Clima, il rapporto del Cmcc indica il futuro dell’Italia tra eventi estremi e siccità

I dati del Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici: aumento delle temperature di 2-5 °C entro il 2050. Incremento del rischio idrogeologico e perdite fino all’8% del Pil pro capite con nuove differenze socio-economiche tra Nord e Sud / Leggi il rapporto del CMCC

Seguici sui nostri Social

16,989FansLike
21,231FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Gli ultimi articoli

Giustizia climatica e solidarietà, torna “Puliamo il mondo”

Dal mensile di settembre. Appuntamento dal 24 al 26 settembre con la grande manifestazione di volontariato ambientale. Un’edizione speciale alla vigilia della Pre-Cop

Parchi eolici italiani, online la prima guida turistica dedicata

Da Rivoli Veronese a Gibellina, undici gli impianti da scoprire con Legambiente attraverso una serie di itinerari tra percorsi ciclabili, borghi, arte e buona cucina diventati laboratori della transizione energetica

Commercio illegale di idrofluorocarburi, disponibile il rapporto ufficiale dell’Environmental Investigation Agency

I gas refrigeranti inquinano come emissioni di gas serra di più di 6,5 milioni di automobili in un anno. E la Romania rimane in silenzio

Attivismo giovanile, arriva lo Youth climate meeting Lazio

Appuntamento a sabato 18 settembre 2021, alle ore 16.00 presso il Parco della Garbatella a Roma

Punta Campanella, nate 82 tartarughe marine sulla spiaggia di Maiori

Con questa schiusa, la conta dei nidi di Caretta caretta in Campania sale a quota 52. Un anno da record storico
Ridimensiona font
Contrasto